Le ELEZIONI AMMINISTRATIVE si svolgono ogni 5 anni.
I cittadini sono convocati alle urne per esprimere il proprio voto per il rinnovo del Sindaco, del Consiglio Comunale e del Consiglio di Municipalità.

Quest’anno le elezioni si terranno DOMENICA 5 GIUGNO dalle ore 7.00 alle ore 23.00.

In caso di eventuale ballottaggio le operazioni di voto si svolgeranno dalle ore 7.00 alle ore 23.00 di DOMENICA 19 GIUGNO.


Come si vota ?

Il Consiglio comunale di Napoli è composto dal Sindaco e da 40 Consiglieri. Possono votare tutti i cittadini italiani maggiorenni, residenti nel Comune di Napoli.

Sono, altresì, elettori i cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea, residenti nel Comune di Napoli, che abbiano presentato apposita istanza al Sindaco, entro il quarantesimo giorno antecedente quello della votazione.

La scheda elettorale è unica e su di essa sono già riportati i nominativi dei candidati alla carica di  Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano.

L’elettore può votare in 4 modi diversi:

  • Per una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso si intende attribuito anche al candidato sindaco collegato.
  • Per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, non scegliendo alcuna lista collegata. Il voto così espresso si intende attribuito solo al candidato alla carica di sindaco.
  • Per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste collegate, tracciando un segno sul relativo contrassegno. Il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista collegata.
  • Per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una lista non collegata, tracciando un segno sul relativo contrassegno. Il voto così espresso si intende attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista non collegata (c.d. “voto disgiunto“).

L’elettore può altresì manifestare due voti di preferenza per il candidato alla carica di consigliere comunale scrivendo, sull’apposita riga stampata sulla destra di ogni contrassegno di lista, i nominativi (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) dei candidati preferiti appartenenti alla lista prescelta.

E’ vietato votare 2 candidati dello stesso genere (es: due uomini).

Gli organi eletti delle Municipalità sono il Presidente e il Consiglio; quest’ultimo, per tutte le 10 Municipalità, è costituito da 30 consiglieri più il Presidente. Il Presidente e il Consiglio sono eletti dai cittadini residenti nel territorio della Municipalità.
Hanno diritto al voto per il rinnovo degli organi delle Municipalità i cittadini iscritti nelle liste elettorali della Municipalità stessa, nonché i cittadini di uno Stato membro dell’Unione Europea residenti nella Municipalità ed iscritti nella lista elettorale aggiunta istituita presso il Comune ai sensi di legge.

Il sistema per l’elezione dei Presidenti e dei Consigli delle Municipalità differisce da quello previsto per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale in quanto per i primi è escluso il voto disgiunto. In altre parole, mentre per il Comune ciascun elettore può votare per un candidato alla carica di Sindaco anche non collegato alla lista prescelta, tale possibilità è esclusa per le elezioni della Municipalità.

 

L’elettore può votare in due modi diversi:

  • solo per il Presidente, apponendo un segno sul nominativo da lui prescelto o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso, non scegliendo alcuna lista collegata (in questo caso, è esclusa ogni altra attribuzione di voto alla lista o alle liste collegate).

 

  • per il Presidente della Municipalità e per la lista o per una delle liste a lui collegate. In questo caso,

può scegliere fra due modalità:

  • tracciare un segno solo sul contrassegno della lista prescelta (il voto andrà alla lista ed al Presidente ad essa collegata);
  • tracciare un segno sia sul contrassegno della lista prescelta, sia sul nominativo del Presidente ad essa collegato (ed anche in questo caso il voto andrà alla lista prescelta ed al Presidente ad essa collegato).

 

L’ipotesi del voto disgiunto è, invece, espressamente esclusa. Sono quindi nulli i voti qualora espressi per il candidato Presidente e per una lista non collegata al medesimo candidato.
Il voto di lista viene espresso tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta. Ciascun elettore può esprimere inoltre due voti di preferenza per i candidati della lista da lui votata, scrivendone il cognome sulla apposita riga posta a fianco del contrassegno. In caso di omonimia occorre indicare anche il nome.

Qualora il candidato abbia due cognomi, l’elettore, nel dare la preferenza, può scriverne uno solo.
L’indicazione deve contenere entrambi i cognomi, quando vi sia possibilità di confusione fra più candidati.
E’ vietato votare 2 candidati dello stesso genere (es: due uomini).

Gli elettori saranno ammessi al voto presentandosi nella propria sezione elettorale con un documento di identità e la tessera elettorale.

I documenti di identificazione per l’ammissione al seggio sono:

  • Carta d’Identità;
  • Passaporto;
  • Patente;
  • Libretto di Pensione;
  • Porto d’armi;
  • Patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici;
  • Tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’Amministrazione dello Stato;
  • Tessere di riconoscimento rilasciate da ordini professionali o dall’Unione Nazionale ufficiali in congedo d’Italia convalidata da un comando militare.

Nel caso in cui la tessera elettorale non sia più utilizzabile, per esaurimento degli spazi riservati all’attestazione dell’esercizio di voto, nel caso di deterioramento, smarrimento o furto della tessera, i cittadini venerdì 6 maggio 2016 potranno recarsi presso la sede della Municipalità di appartenenza ed ottenere il rilascio immediato del duplicato dalle ore 8.30 alle ore 14.00 dal lunedì al venerdì.
Nel caso in cui la tessera elettorale non sia più utilizzabile, per esaurimento degli spazi riservati all’attestazione dell’esercizio di voto, è possibile richiedere il rinnovo, previa presentazione di apposita domanda ed  esibizione della vecchia tessera.
Nel caso di deterioramento della tessera elettorale è possibile richiedere il duplicato, previa presentazione di apposita domanda e consegna dell’originale. Nel caso di smarrimento o furto della tessera elettorale è possibile richiedere il duplicato, previa presentazione di apposita domanda corredata dalla denuncia presentata ai competenti uffici di Pubblica Sicurezza.

Gli Uffici abilitati al rilascio delle tessere elettorali sono i seguenti:

ARENELLA VIA GIACINTO GIGANTE, 242
AVVOCATA-MONTECALVARIO-S.GIUSEPPE-PORTO PIAZZA DANTE, 93
BAGNOLI VIA ACATE, 65
BARRA CORSO SIRENA, 305
CHIAIA – S. FERDINANDO – POSILLIPO VIA S. CATERINA A CHIAIA, 76
CHIAIANO CORSO CHIAIANO, 50/E
FUORIGROTTA VIA BENEDETTO CARITEO, 51
MERCATO – PENDINO CORSO GARIBALDI, 394
MIANO VICO VINCENZO VALENTE, 45
PIANURA VIA PARROCO SIMEOLI, 6
PISCINOLA – MARIANELLA VIA DEL PLEBISCITO, 38
POGGIOREALE VIA E. GIANTURCO, 99
PONTICELLI PIAZZA DE IORIO, 22
S. CARLO VIA SS. GIOVANNI E PAOLO, 125
S. GIOVANNI A TEDUCCIO VIA DOMENICO ATRIPALDI, 64
S. LORENZO – VICARIA VIA TRIBUNALI, 227 (ex Ospedale della Pace)
S. PIETRO A PATIERNO PIAZZA GUARINO, 26
SCAMPIA VIALE DELLA RESISTENZA – Comparto 12
SECONDIGLIANO P.TTA DEL CASALE DI SECONDIGLIANO, 6/7
SOCCAVO PIAZZA GIOVANNI XXIII, 2
STELLA VIA LIETI, 97
VOMERO VIA MORGHEN, 84

Resta sempre a disposizione dell’utenza anche la sede centrale del Servizio Anagrafe al Polifunzionale di Soccavo che effettua con le medesime modalità il rilascio delle tessere dal lunedì al venerdì: ore 8.30-12.00 e 15.00-18.00.

Inoltre a partire da LUNEDì 23 MAGGIO, saranno ulteriormente potenziate tutte le postazioni – sia quelle decentrate che quella centrale. Ogni sportello sarà aperto dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 8.00 alle ore 18.00.

Gli sportelli del Polifunzionale di Soccavo saranno aperti:
– SABATO 4 GIUGNO dalle ore 8.00 alle ore 18.00;
– DOMENICA 5 GIUGNO dalle ore 7.00 alle ore 23.00.
Gli sportelli delle Municipalità saranno aperti:
– SABATO 4 GIUGNO dalle ore 9.00 alle ore18.00;
– DOMENICA 5 GIUGNO dalle ore 7.00 -23.00.

Sindaco e Consiglio Comunale

Sarà eletto Sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno. Si svolgerà un eventuale ballottaggio qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare la seconda domenica successiva per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti.
In caso di parità di voti al primo turno, verrà ammesso al ballottaggio il candidato alla lista più votata (maggiore cifra elettorale) e, in caso di ulteriore parità, verrà ammesso il più anziano di età (gli stessi criteri saranno usati in caso di parità nel ballottaggio).
Al secondo turno viene eletto Sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Per stabilire la composizione del Consiglio si tiene conto dei risultati elettorali del primo turno e degli eventuali ulteriori collegamenti nel secondo. In pratica, se la lista o l’insieme delle liste collegate al candidato eletto Sindaco nel primo o nel secondo turno non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, otterranno automaticamente il 60% dei seggi. I seggi restanti saranno divisi tra le altre liste proporzionalmente alle preferenze ottenute.

Presidente e Consiglio di Municipalità

Sarà eletto Presidente di Municipalità il candidato che risulterà più votato tra i candidati. Le liste collegate al candidato presidente, risultato eletto, usufruiranno del premio di maggioranza pari al 60%.